Stare meglio vs sentirsi meglio

A quanto pare le due cose non necessariamente coincidono.

Conta solo ciò che appare.
Conta solo ciò che si fa.

Grande scoperta, mi sento morire.

Sto meglio e mi sento malissimo perché quel meglio non è il meglio che avrei voluto.

Quel meglio è mascherare lo schifo e fingere che non ci sia, in una folle corsa contro il nulla.
E la strada è così lunga che non vedo la fine.

Nulla, ti aspetto.
Spero tu possa giungere presto per poter chiudere la baracca in fretta.

Nulla, ho bisogno di te, aiutami.

Oggi tanto male

Gambe molli, sensazione della vita che evapora via.
Non posso cadere, non posso star male, è un lusso che non posso concedermi.

È tutto qui, lavorare fino alla morte con la testa vuota.

Niente aiuti, ci sono solo io.
Niente significati, altrimenti cadrei in disperazione.

Non capire, ecco il mio Uomo Nero.

—–

Serata di gala nella mia mente, pubblico composto da tutte me.
Assegnano il Mongolino D’Oro 2014.
Discorso di ringraziamento: grazie a stocazzo e vaffanculo a tutti.
Il pubblico applaude estasiato, si chiude il sipario e parte l’avanspettacolo, ma la platea si svuota.
Gli attori continuano perché amano fingere di essere stupidi e volgari.
La verità è diversa, loro la sanno e questo a loro basta.

Adieu foulard, adieu Madras

Che potevo pure intitolarlo “Preparate i lacrimatoi 2, la vendemmia”.
Perché qualche litro di vino non deve mai mancare, si brinda per gioia, si brinda per rabbia, alla salute del morto che è andato, beato lui, in un posto migliore.
Forse.

Ok, dicevamo: preparate i fazzoletti, intonate lamenti di addio, la vostra donna preferita ha preso il mare, dolce Spank! Mi sento giù, non lasciarmi anche tu!

No, posso farcela.

Allora.

ME NE VADO!!!!!!UNDICI!!!CENTOUNDICI!!!!
ADDIO, BABBIONI AHAHAH!!!!
MI RIMPIANGERETE FINO ALLA DISIDRATAZIOOOOOONEEEEEE!!!! PRRRRRRRRRRRRRRR!!!!!!!!!
CHE POSSA PRENDERE FUOCO QUEL MALEFICO SCRIPT, LE ETERNE FIAMME DELL’INFERRRRRRNOOOOOOO!
BRUCIA, LUOGO INFAME E MALEDETTO, BRRRRRUCIAAAA!
MUAHAHAHAH!

Ok, ho finito.
Tempo due giorni e mi rimangerò TUTTO, da brava minchiona.
Ma va bene così.

Ah, questo è il mio blog e non il covo del nulla che desidero lasciare?
Davvero?
Davverissimo-davvero?
Ops.
Scusate, ho postato nel luogo errato…

In realtà è che non ho le palle per farlo nel posto giusto, amatemi.