Sarà…

La televisione blatera cazzate.
Anche la gente, là fuori, fa altrettanto.
Il problema è che una persona fisica la percepisco come reale.
E fa male.

Anche io vorrei…
No, non è invidia, è delusione.
Anch’io vorrei…
Che cosa?
Avere un progetto fattibile, come le persone che girano per strada (o almeno la maggior parte di loro).

Dovrei partire da quello che mi piace scorporando quello che è infattibile.
Solo che non ho idee.
Nessuna.
Non mi attira nulla.

Faccio cose che non mi interessano, sperando che in un futuro possano piacermi.
Al momento la cosa è molto deprimente.

Spero di perdere col tempo anche l’interesse a volere un obiettivo, così da poter trovare il blaterale della gente suoni senza significato.

Annunci

Un pensiero su “Sarà…

  1. Avere un progetto ‘fattibile’ è come fare un viaggio nel cortile di casa, mangiare una minestra riscaldata, vedere un film che ti hanno già raccontato. No, no, il tuo desiderio non è di avere un progetto fattibile: sai bene che la vita non va vissuta tanto per arrivare in fondo.
    Per questo ciò che ti ronza intorno sembra un blaterare inutile. Per questo non ti attira nulla. Il tuo è un anelito più alto, solo che il tuo orizzonte è coperto. Magari, per una volta, prenditi il tempo per saltare al di là del muro, salire in cima a una collina, per vedere quel che cerchi, ma non sai ancora di cercare… Abbiamo una vita sola, ma ‘possediamo’ solo il momento presente.
    Oppure, era solo l’angolo della psicologia spicciola 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...