Tanto per cambiare.

Sono ufficialmente caduta in depressione farmacologica.
Posso solo scriverlo qui, in quanto A. si incazzerebbe di brutto dicendo che me la sono cercata mentre lo psichiatra si limiterebbe a negare addossando la colpa su di me.
Il resto del mondo, invece, direbbe di star tranquilla e affidarmi al medico.

Posso dirlo?
Stronzate.

Ma ovviamente nessuno mi crede.

Ho costanti pensieri suicidi (sì, li avevo anche prima, ma non per tutto il giorno, andavo a momenti) e ansia alle stelle.
Un sonno che non mi passa mai.
Il desiderio sessuale è un lontano ricordo.
Autolesionismo a palla.

Devo continuare?

Sì, vivo nel terrore immotivato.
Ho paura di tutto e non riesco ad uscir di casa.
Non ho le forze per far nulla, ogni cosa mi pare un’impresa titanica.

Sorprendentemente sono dimagrita un chilo.

Adesso son qui che scrivo, dopo aver passato tutta la giornata a fumare una sigaretta dopo l’altra, unica cosa che mi dà qualche istante di sollievo.
Credo che l’effetto di quella maledetta pasticca sia finalmente passato, domani si ricomincia.

Voi direte, ma chi me lo fa fare?
È un percorso obbligato per convincere finalmente il mio psichiatra che ho ragione io, che a me gli psicofarmaci fanno l’effetto opposto.
E di regolarsi di conseguenza.

Annunci

4 pensieri su “Tanto per cambiare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...