L’irragiungibile tu

Dietro un vetro.
Sfuggente come un gatto.

Già, un gatto.
Tu sei il mio gatto.

I gatti non sono di nessuno.
Tu credi di possederlo, è lui, invece, che ti concede di toccarlo.

Lusso per pochi eletti,
ti desidero e fuggi.

Guardo il nulla, non ci sei.
Il cuore sanguina, appari alle spalle.
Ti muovi elegante, vorrei ma non posso.
Poi fuggi, attratto da non so cosa ti dice, quel cervello da gatto.

Ti lascio andare, è la tua natura:
un gatto in gabbia non è possibile.

Dietro al vetro.
Aspetto.
Ti manifesterai.
Oppure no.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...